Siamo stati a Malta nell’estate del 2014 per una settimana. Un viaggio prenotato un po’ all’ultimo e, lo ammetto, con l’unico scopo di mettere la bandierina su uno Stato comodamente a portata di mano. Sono partita quindi con un livello minimo di aspettative e, forse proprio per questo, mi è piaciuta invece parecchio!

Innanzitutto è uno Stato piccolo che si gira tranquillamente nel giro di una settimana. Nonostante le ridotte dimensioni però, Malta è ricca di storia di ogni epoca: dal megalitico alla seconda guerra mondiale, e per chi come me non ama troppo la vita da spiaggia, questo è l’ideale!

Angelo ne ha anche approfittato per fare qualche immersione: belle le grotte, grossi banchi di barracuda, presenza di pesci di passo e visibilità molto buona; peccato per l’organizzazione dei Diving che a volte ha lasciato un po’ a desiderare per quanto riguarda la composizione dei gruppi.

Un punto di attenzione su Malta riguarda le orde di studenti in vacanza studio: occhio a dove prenotate, la zona dei locali di Sliema può diventare davvero insidiosa se avete superato i 30 anni! 🙂

In generale Malta è un posto tranquillissimo, dall’atmosfera a tratti decadente, ma gli italiani che abbiamo incontrato e che si sono trasferiti a vivere qui ci dicono che non hanno intenzione di rientrare in patria!

  • Valleta
    Valleta
  • Valletta
    Valletta
  • St John’s Cathedral
    St John’s Cathedral
  • St John’s Cathedral
    St John’s Cathedral
  • Marsaxlokk
    Marsaxlokk
  • Marsaxlokk
    Marsaxlokk
  • Templi di Ħaġar Qim e Mnajdra
    Templi di Ħaġar Qim e Mnajdra
  • Templi di Ħaġar Qim e Mnajdra
    Templi di Ħaġar Qim e Mnajdra
  • National War Museum
    National War Museum
  • Rifugi antiaerei
    Rifugi antiaerei
  • Lascaris War Room
    Lascaris War Room
  • Comino
    Comino
  • Comino
    Comino
  • Scogliera di Dwejra
    Scogliera di Dwejra
  • Grotte a Sud
    Grotte a Sud
  • Grotte a Sud
    Grotte a Sud

Quando andare

L’estate a Malta è decisamente calda, per cui se non avete intenzione di fare vita da spiaggia, probabilmente conviene scegliere un’altra stagione per poterla visitare comodamente senza rischiare un coccolone.

Da non perdere

  • Un pranzo a base di pesce sul lungomare di Marsaxlokk, dove potrete ammirare le magnifiche imbarcazioni di legno colorato, dipinte con i caratteristici occhi
  • Una passeggiata nelle vie centrali di Valletta, con visita alla St John’s Cathedral, un tripudio di arte barocca maltese
  • Imperdibile il Lascaris War Room, dove venne progettato e coordinato lo sbarco in Sicilia, di cui potrete scoprire ogni più piccolo dettaglio
  • Il National War Museum a testimonianza della dura prova affrontata dal Paese durante il secondo conflitto mondiale
  • I Templi di Ħaġar Qim e Mnajdra splendori megalitici circondati da prati arsi dal sole dove se avrete fortuna potrete imbattervi in qualche camaleonte
  • Un giro in barca ad ammirare le grotte a sud dell’isola
  • Una giornata a Comino: non fermatevi alla Laguna Blu infestata di turisti, approfittatene per camminare per tutta l’isola e scoprirete degli angolini magnifici, tutti per voi!
  • Una passeggiata alla impressionante scogliera di Dwejra, scavata dal vento
  • Una gita alle antiche città di Rabat e Mdina -doverosa ma non eccezionale-
  • Non potete ripartire senza aver trascorso almeno due giorni sull’isola di Gozo

Curiosità

Malta è il posto in assoluto più impregnato di religiosità che io abbia mai visto. Ogni strada celebra un santo, le statue sono ovunque e, se sarete fortunati, potrete farvi due risate ammirando i moccoli da cimitero usati come romantiche candele sui tavoli dei ristoranti.

Curiosità il cero a tavola

Un’altra cosa colpisce a Malta: pare che tutte le macchine più vecchie d’Europa siano finite qui. Sembra la scenografia di un film degli anni Novanta.

Curiosità macchine 2 Curiosità macchine 3 Curiosità macchine 4 Curiosità macchine

Cucina

A Malta si mangia ovviamente tanto pesce: a seconda dei periodi sarà più o meno facile trovare il rinomato Lampuki!

Attenti alle porzioni: i primi a Malta sembrano pensati sempre per due persone. L’unica maniera per salvarsi è chiedere di avere la porzione antipasto.

Cibo

Info logistiche

Una delle cose che ci è piaciuta di più di Malta è la rete di trasporti pubblici che consente di girare l’isola in breve tempo senza necessità di dover noleggiare una macchina. In alternativa, come sempre, non ci siamo fatti mancare un giro sul City SightSeeing, che con il suo metodo “hop on hop off” consente davvero di massimizzare il tempo a vostra disposizione.

Per il pernottamento è meglio Sliema di Valletta: la capitale alla sera non offre molta scelta, mentre la vicina Sliema presenta maggiori possibilità in termini di ristoranti.

Valdostana di origine e milanese d'adozione, è laureata in Relazioni Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano. Ha conosciuto…