Siamo stati a San Marino per il ponte del 2 giugno 2016, facendo tappa anche a Ferrara e dedicando quindi a San Marino solamente due giornate, che ci sono sembrate comunque un tempo giusto per riuscire a vedere le cose più interessanti.

La Repubblica di San Marino è lo stato indipendente più piccolo e più antico del mondo e la sua storia ci ha affascinato in maniera inaspettata! Questo piccolo territorio di appena 60 chilometri quadrati è suddiviso in otto villaggi, detti Castelli Sammarinesi e retti dai Capitani di Castello.

A dominare la piccola Repubblica, il magnifico Monte Titano sul quale sorge l’incantevole Città di San Marino, capitale della Repubblica e patrimonio dell’UNESCO, con le sue Rocche Guaita, Cesta e Montale, visitabili e collegate una all’altra da camminamenti panoramici nel verde.

I 30mila abitanti sono cordiali ed ospitali, la lingua ufficiale è l’italiano e ottenere la cittadinanza risulta essere abbastanza complesso.

 

  • Monte Titano
    Monte Titano
  • Palazzo del Governo
    Palazzo del Governo
  • Palazzo del Governo
    Palazzo del Governo
  • Palazzo del Governo
    Palazzo del Governo
  • Palazzo del Governo
    Palazzo del Governo
  • Palazzo del Governo
    Palazzo del Governo
  • Le colline
    Le colline
  • Torre Guaita
    Torre Guaita
  • Dentro Torre Guaita
    Dentro Torre Guaita
  • Torre Cesta e veduta sulla colline
    Torre Cesta e veduta sulla colline
  • Torre Cesta
    Torre Cesta
  • Dentro Torre Cesta
    Dentro Torre Cesta
  • Torre Montale
    Torre Montale
  • Basilica del Santo
    Basilica del Santo
  • Museo delle Armi Antiche
    Museo delle Armi Antiche
  • Museo Cittadino
    Museo Cittadino
  • Cava dei Balestrieri
    Cava dei Balestrieri
  • Pinacoteca
    Pinacoteca
  • Museo delle Curiosità
    Museo delle Curiosità
  • Per i vicoli del borgo
    Per i vicoli del borgo
  • Una delle sculture con materiali di riciclo, collezione Mutoid
    Una delle sculture con materiali di riciclo, collezione Mutoid
  • Monumento all'acquedotto dono del Popolo americano
    Monumento all'acquedotto dono del Popolo americano

 

Quando andare

Siamo stati a San Marino a inizio giugno. Credo che si possa visitare in qualsiasi momento dell’anno, deve essere bella la fioritura primaverile e in inverno credo faccia freddino.

Da non perdere

Per gustarvi appieno la bellezza e peculiarità di San Marino, qui più che altrove, abbiamo trovato indispensabile l’acquisto di una buona guida e dedicare un po’ di tempo alla lettura della sua storia e del suo interessantissimo sistema di governo. Una volta eruditi, potete partire:

  • La funivia vi lascia non lontano dal Palazzo del Governo ed è da qui che vi consiglio di partire. Ultimato nel 1894, venne inaugurato niente di meno che da Giosuè Carducci e a tutt’oggi ospita i due Capi Reggenti eletti ogni 6 mesi per guidare il governo.
  • Prima Torre o Guaita: la sua origine risale presumibilmente al X secolo. Questa torre è circondata da una cinta muraria in ottimo stato ed è visitabile all’interno.
  • Seconda Torre o Cesta: detta anche Fratta, fu costruita nel 1200, anche se venne nei secoli più volte restaurata. Le sue mura ospitano oggi il Museo delle Armi Antiche.
  • Terza Torre o Montale: la sua origine si perde nella storia e oggi non è che una singola torre non visitabile al suo interno ma che offre comunque, come le altre, una incantevole vista sulle colline circostanti.
  • La Cava dei Balestrieri. La tradizione medievale di San Marino si respira in ogni angolo, dai nomi delle strade fino alla Cava dei Balestrieri. È qui che i Sammarinesi si esercitano al tiro con la Balestra, avendo a tutt’oggi anche un Corpo dei Balestrieri quale antica forma militare della Repubblica.
  • I Musei storici: anche se non particolarmente ricchi, vale sicuramente la pena fare un salto al Museo di Stato con i suoi quadri, medaglie e monete e alla Pinacoteca.
  • La Basilica del Santo mi ha colpita per lo stile ligneo: nessun affresco, una navata centrale bianca e pulita, molto bella. A destra dell’altare è conservato il cranio di San Marino.
  • I Musei “curiosi”. Nel borgo cittadino troverete tre musei particolari: il Museo della tortura, che mi sono rifiutata di vedere, il Museo dei Vampiri con i suoi eccessi e che sconsiglio ai bambini e l’originalissimo Museo delle Curiosità, che raccoglie particolarità antiche e moderne da tutto il mondo e che vale sicuramente una visita!

 Curiosità

Camminando nel borgo incontrerete numerose originali opere d’arte realizzate con materiale di riciclo: fanno parte della collezione Mutoid di recente realizzazione.

Città di San Marino ha anche la più alta concentrazione di negozi di modellismo, di bancarelle di borse di cuoio e di negozi per il Softair.

Cucina

La cucina è quella italiana ma occhio alle porzioni: sono decisamente abbondanti!!

Info logistiche

La prima cosa da tenere presente è la temperatura: il Monte Titano raggiunge i 750 metri di altezza e, senza sole, il freddo si fa sentire!

Il trasporto è una nota dolente: senza macchina dovete prenotare un pernottamento nel borgo o a poca distanza dalla funivia. Se invece siete automuniti allora vi consiglio senza dubbio il B&B La Casa dei Boschi, una magnifica villetta nel verde, a gestione familiare. A pochi passi potete mangiare a La Vecchia Fonte.

Non dimenticate di richiedere alla struttura dove alloggerete la San Marino Card, con la quale avrete diritto a numerosi sconti nei musei e ristoranti cittadini.

Tags:

Valdostana di origine e milanese d'adozione, è laureata in Relazioni Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano. Ha conosciuto…