Il Principato di Monaco non è quasi mai considerato meta di un viaggio, troppo piccolo e troppo vicino all’Italia, spesso gli si dedica al massimo una passeggiata di un paio d’ore quando lo si trova di strada, andando verso un’altra meta. Ma è un peccato. Per visitarlo bene servirebbero due giorni. Al ponte del 25 aprile 2017 ci abbiamo passato una intera giornata che non è bastata per ammirare a fondo tutte le cose che offre.

Il primo consiglio è che qui, più che altrove, conviene visitarlo con i bus “hop on hop off” perché le sue strade vi faranno diventare pazzi. Inoltre, prima di andarci, guardate il film Grace di Monaco con l’affascinante storia della crisi diplomatica tra il Principato e la vicina Francia.

  • Il Museo Oceanografico
    Il Museo Oceanografico
  • Il Museo Oceanografico
    Il Museo Oceanografico
  • Il Museo Oceanografico
    Il Museo Oceanografico
  • Il Museo Oceanografico
    Il Museo Oceanografico
  • Il Museo Oceanografico
    Il Museo Oceanografico
  • Il Museo Oceanografico
    Il Museo Oceanografico
  • Il Museo Oceanografico
    Il Museo Oceanografico
  • Giardino giapponese
    Giardino giapponese
  • Giardino giapponese
    Giardino giapponese
  • Roseto Principessa Grace
    Roseto Principessa Grace
  • Roseto Principessa Grace
    Roseto Principessa Grace
  • Roseto Principessa Grace
    Roseto Principessa Grace
  • Il Casinò
    Il Casinò
  • Il Casinò
    Il Casinò
  • Il Casinò
    Il Casinò
  • Il cambio della guardia al Palazzo del Principe
    Il cambio della guardia al Palazzo del Principe
  • Il cambio della guardia al Palazzo del Principe
    Il cambio della guardia al Palazzo del Principe

 

Quando andare

Il periodo migliore per una visita è la primavera, in questa maniera potrete ammirare i roseti in fiore del giardino botanico dedicato alla principessa Grace. Certamente, se siete appassionati, vale la pena di visitare la città durante il Gran Premio. Qui trovate le date delle prossime competizioni. Pur non essendo appassionata, dopo aver visto le strade non nego che mi sarebbe piaciuto assistere alla corsa.

Da non perdere

  • Il Museo Oceanografico di Monaco uno dei motivi principali per visitare il Principato. Inaugurato nel 1910, oggi presenta 6.000 diverse specie di creature marine, oltre a scheletri di cetacei, antichi utensili e attrezzature navali.
  • Il Casinò di Monte Carlo, uno dei casinò più famosi del mondo. Potete entrare a scattare qualche foto e ammirare le ricche decorazioni dell’atrio di ingresso.
  • Il Roseto Principessa Grace, situato nella zona di Fontvielle, con i suoi magnifici esemplari di rose, voluto nel 1984 dal Principe Ranieri in ricordo della bella moglie.
  • Il Giardino giapponese, che in un attimo vi catapulterà in Giappone, passeggiando sui ponticelli in mezzo a specchi d’acqua tra pesciolini rossi e canneti.
  • Il cambio della guardia al Palazzo del Principe, nella bella piazza principale da cui ammirare il mare.

Curiosità

La cosa che più colpisce girando in macchina è la complessità delle strade. Il navigatore sembrava impazzito e non ci è stato possibile fare altro che parcheggiare e salire su un bus “hop on hop off”, altrimenti saremmo ancora lì.

Curiosità 1

Noterete anche delle assurde gallerie scavate nella roccia.

Curiosità 3

Il mese che precede il Gran Premio è denso di preparativi e ogni edificio, casa, negozio che si trovi sulla strada della competizione, viene protetto da pesanti reti metalliche.

Curiosità 4

L’altra cosa che colpisce è la densità abitativa: ovunque vi giriate vedrete immensi edifici che più che palazzi sembrano alveari.

Curiosità 2

Info logistiche

Per visitare il Principato risparmiando, conviene fare tappa per il pernotto a Ventimiglia.