Di ritorno da un weekend in Svizzera a casa di una amica italiana che vive ormai lì da anni, mi sono portata via questo libro dal titolo estremamente accattivante e, dopo aver visto per strada il vaso con la salvia e il rosmarino a disposizione dei passanti mi sono chiesta davvero: perché gli svizzeri sono più intelligenti?

E questo libro ci fornisce una risposta interamente basata sulla storia che ha condotto alla nascita di questo Stato invidiato da tutti.

Da un’economia basata sulla figura del mercenario, a un’edilizia che obbliga al bunker sotto casa, questo Stato nel corso dei secoli ha davvero saputo fare di necessità virtù, sfruttando a suo vantaggio i terreni scoscesi e il clima sfavorevole e comprendendo che la guerra va a detrimento di chi la conduce.

Valdostana di origine e milanese d'adozione, è laureata in Relazioni Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano. Ha conosciuto…