Tra i tratti ferroviari più belli del mondo, viene spesso citato l’Oslo – Bergen. 7 ore nel cuore della Norvegia, raggiungendo in alcuni tratti i 1.000 metri di altitudine. E vi posso assicurare che voleranno, incollati come sarete al finestrino per non perdervi nemmeno un secondo di questo incantevole paesaggio. Per chi ama il grande nord la Norvegia è una meta obbligata. La sua calma e tranquillità vi conquisteranno, così come la ricchezza culturale.

  • I fiordi di Oslo
    I fiordi di Oslo
  • I fiordi di Oslo
    I fiordi di Oslo
  • I fiordi di Oslo
    I fiordi di Oslo
  • Oslo
    Oslo
  • In partenza per Bergen
    In partenza per Bergen
  • La ferrovia Oslo - Bergen
    La ferrovia Oslo - Bergen
  • Panorama dal treno
    Panorama dal treno
  • Bryggen Bergen
    Bryggen Bergen
  • Bryggen Bergen
    Bryggen Bergen
  • Bergen dalla funicolare di Fløibanen
    Bergen dalla funicolare di Fløibanen
  • Bergen
    Bergen
  • Il mercato del pesce di Bergen
    Il mercato del pesce di Bergen
  • Bergen
    Bergen
  • Nei boschi di Bergen
    Nei boschi di Bergen
  • Oslo
    Oslo
  • Statue al Parco Vigeland
    Statue al Parco Vigeland
  • Museo delle navi vichinghe
    Museo delle navi vichinghe
  • Norsk Folkemuseum
    Norsk Folkemuseum
  • Norsk Folkemuseum
    Norsk Folkemuseum
  • Oslo, la piazza centrale
    Oslo, la piazza centrale
  • The Royal Palace
    The Royal Palace
  • Nobel Peace Center
    Nobel Peace Center
  • Nobel Peace Center
    Nobel Peace Center

Quando andare

Noi ci siamo andati in aprile, ma devo ammettere di non aver azzeccato la stagione migliore. Sono sicura che in estate e in inverno si possono ammirare colori molto più sgargianti. In primavera invece il paesaggio è ancora un po’ brullo. Tuttavia abbiamo avuto il vantaggio di viaggiare in un momento poco turistico, godendoci al meglio le città, trovando un clima abbastanza mite.

Da non perdere

  • Una gita in barca tra i fiordi, ad ammirare le tipiche casette di legno colorato. Noi abbiamo scelto la gita in battello con partenza da Oslo.
  • Il Nobel Peace Center a Oslo, museo interattivo per rivivere la storia del Premio e dei suoi insigniti.
  • Una passeggiata al Parco Vigeland tra le 200 straordinarie statue di bronzo.
  • Il Museo Kon-Tiki, dove rivivere le gesta dell’antropologo esploratore Thor Heyerdahl che rimise in discussione le teorie sulle rotte di navigazione dei nostri avi, ripercorrendole su imbarcazioni ricostruite secondo i dettami dell’epoca.
  • Norsk Folkemuseum, il più grande museo del folclore norvegese all’aperto, dove sono state ricostruite centinaia di antiche abitazioni e Chiese in legno.
  • Viking Ship Museum, dove potrete ammirare le tradizionali imbarcazioni vichinghe.
  • Bryggen Bergen, il quartiere dalle casette di legno colorate, simbolo della città.
  • Il mercato del pesce di Bergen, dove fare la più indimenticabile abbuffata di pesce della vostra vita.
  • La funicolare di Fløibanen per ammirare Bergen dalla cima della collina di Fløyen.
  • Non scordatevi infine di approfondire la storia dell’affascinante popolazione Sami!

Curiosità

L’aspetto più curioso di Olso è la sensazione di vuoto. Abituata ad una affollatissima Milano, camminare per Oslo dà una sensazione surreale: in giro non c’è nessuno!
La qualità della vita non sembra male: al parco cittadino, a qualsiasi ora, ci sono gruppi di ragazzi sdraiati a prendere il sole, quasi sempre accompagnati dall’immancabile barbecue portatile!

Il bancomat regna sovrano e non vi stupirà trovarlo anche in Chiesa per le offerte!!

Bancomat in Chiesa

 

 

 

 

 

Infine, ad aprile, abbiamo notato decine e decine di ragazzi vestiti con tute rosse: si tratta dei maturandi dell’anno!

Ragazzi maturità

Cucina

Pesce, pesce, pesce e ancora pesce!! Al mercato del pesce di Bergen abbiamo fatto la più grossa scorpacciata della nostra vita! Pesce freschissimo cucinato al momento e servito su tavolini di fortuna. La balena viene cucinata in abbondanza, ma ci garantiscono che si tratta della razza più comune, pescata secondo le normative.

Curiose anche le bustine di sardina essiccata, da sgranocchiare mentre si cammina. Onestamente non ce l’ho fatta!

cibo 1 cibo 2 cibo 3cibo 4

Info logistiche

La Norvegia per un italiano è molto cara, quindi preparatevi! Non si cena decentemente con meno di 50 euro a testa. Per il pernottamento si può risparmiare scegliendo soluzioni low cost come ostelli e bed & breakfast. A Oslo vi posso consigliare il Citybox una moderna struttura con sistema di check-in e check-out completamente automatizzata in posizione centrale.

 

 

Tags:

Valdostana di origine e milanese d'adozione, è laureata in Relazioni Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano. Ha conosciuto…