Siamo stati a Francoforte per il ponte dell’immacolata 2017 a trovare due cari amici e non avevo inizialmente considerato la concomitanza con il famosissimo Mercatino di Natale. Non ci sarei mai andata apposta, ma una volta lì mi sono dovuta ricredere, da solo vale il viaggio.

Il Mercatino di Francoforte è tra i più antichi della Germania, le prime testimonianze risalgono al 1393 e ancora oggi gli oltre 200 stand sono in grado di attirare viaggiatori da tutto il mondo. L’edizione 2017 si è svolta dal 27 novembre al 22 dicembre con apertura 7 giorni su 7 dalle 10 alle 21 circa.

L’atmosfera è accogliente e festosa, giostre da sogno girano ininterrottamente, mentre brezel caldi vengono sfornati in continuazione. Nell’aria c’è profumo di vin brûlé, servito in tazze di ceramica dietro a una piccola cauzione, i biscotti alla cannella a forma di cuore ci guardano da ogni bancarella e gli occhi corrono da una decorazione all’altra. Ci si sente come i folletti di Babbo Natale. Non avrei mai immaginato che una piccola decorazione metallica per l’albero di Natale potesse costare 30 euro, ma siamo di fronte a una tradizione centenaria, una vera e propria forma d’arte e allora tutto è concesso.

Per visitare bene il Mercatino serve una giornata intera. La particolarità è che anche le città vicine ne hanno di bellissimi, per cui se vi doveste stufare di Francoforte basta prendere il treno e raggiungere ad esempio Mainz per ricominciare da capo.

  • Piazza Römerberg
    Piazza Römerberg
  • l'Opera
    l'Opera
  • un pezzo del Muro di Berlino
    un pezzo del Muro di Berlino
  • Lungo il Meno
    Lungo il Meno
  • Kaiserdom St. Bartholomäus
    Kaiserdom St. Bartholomäus
  • Kaiserdom St. Bartholomäus
    Kaiserdom St. Bartholomäus
  • Università
    Università